Vai al contenuto

"La mummia", il film che ha inaugurato il Dark Universe, progetto molto ambizioso della Universal che si prefigge l'obiettivo di realizzare un universo cinematografico condiviso dei propri mostri più iconici, è disponibile in blu-ray e blu-ray 3D.

L'horror d'azione con protagonisti Sofia Boutella nelle vesti della regina Ahmanet e Tom Cruise nel ruolo di Nick, è un remake del classico del 1932 con Boris Karloff e dell'avventuroso lungometraggio di grande successo del 1999 con Brendan Fraser.

Ai film della mummia abbiamo dedicato tre articoli che approfondiscono il mito e l'iconografia della creatura nel cinema. Potete leggerli cliccando ai seguenti link:

Recensione "La mummia" 1932

Recensione e analisi "La mummia" 1999

Recensione "La mummia" 2017

Il dvd, già prenotabile, sarà disponibile su Amazon a partire dal 4 ottobre. Potete acquistare il blu-ray e il blu-ray 3D de "La mummia" del 2017 su amazon cliccando ai seguenti link:

Redazione: CineHunters

Arnold Schwarzenegger, il solo e unico T-800 e l'indiscusso Terminator, e Linda Hamilton, la prima e indimenticabile interprete di Sarah Connor, torneranno nel sesto film della saga di Terminator.

A produrre questo nuovo episodio sarà proprio James Cameron, il creatore del franchising e regista dei primi due capitoli della saga. L'intenzione di Cameron sarà quella di dare il via ad una nuova trilogia che rispetti lo stile dei suoi primi due film e che inaugurì un nuovo ciclo di storie, differenti da quelle viste in "Terminator 3: le macchine ribelli", "Terminator: salvation" e "Terminator Genisys". Arnold e Linda avranno l'onore di creare con i nuovi personaggi un forte legame tra il passato e l'imminente futuro della saga.

Il prossimo Terminator sarà diretto da Tim Miller, e scritto da David Goyer, Justin Rhodes, Charles Eglee e Josh Friedman.

Potete leggere la nostra recensione di "Terminator" cliccando qui

Redazione: CineHunters

Alicia Vikander, già premio Oscar nel 2016 come miglior attrice non protagonista, raccoglie l’eredità cinematografica di Angelina Jolie ed è pronta a diventare Lara Croft in questo nuovo capitolo reboot della saga di “Tomb Raider”.

Il film e l’aspetto di Lara, giovane, snella ma ugualmente forte, armata di arco e frecce e abile a scalare le alture con l’ausilio di una piccozza, sono chiaramente ispirati agli ultimi capitoli videoludici “Tomb Raider” e “Rise of the Tomb Raider”, in cui ci è stata proposta una Lara meno esperta ma non per questo meno votata all’azione.

Alicia Vikander, pur non incarnando i canoni estetici della Lara più amata dai videogiocatori, quella delle precedenti avventure, somiglia moltissimo alla versione moderna del personaggio. “Tomb Raider” sarà quindi da intendersi come l’adattamento cinematografico della più recente Lara Croft.

Gustiamoci insieme il teaser di presentazione e a seguire il trailer di “Tomb Raider” in italiano:

Il film verrà distribuito nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dal 16 marzo 2018.

Redazione: CineHunters

Le riprese per il nuovo film di "Hellboy", che riavvierà la saga dopo i due, fantastici film diretti da Guillermo del Toro, sono ufficialmente cominciate.

David Harbour è Hellboy, e la prima, spettacolare foto ufficiale rilasciata su internet preannuncia che Harbour sarà un degno erede di Ron Perlman.

Ecco la prima foto di Hellboy:

Redazione: CineHunters

Una scelta sorprendente quella comunicata ufficialmente dalla Disney e dalla Lucasfilm. J.J.  Abrams tornerà a dirigere un episodio di Star Wars, e sarà il nono capitolo della saga principale.

Abrams fu scelto come regista dell'episodio VII, per aprire di fatto la nuova trilogia sequel. Avrà dunque una nuova possibilità di cimentarsi alla regia con la saga creata da George Lucas, finendo, per certi versi, ciò che aveva iniziato. A seguito di questa comunicazione, la Lucasfilm ha fatto sapere che l'uscita di Star Wars IX è stata posticipata al 20 dicembre del 2019.

Il ritorno di Abrams non ci entusiasma particolarmente, secondo il nostro modesto parere Abrams aveva avuto l'occasione di dare il proprio contributo alla saga girando un film tecnicamente ben fatto ma troppo poco originale e povero di idee. La paura di osare e il voler andare sul sicuro per soddisfare i fan sono elementi tipici dello stile di J.J. Abrams, il quale pur essendo un ottimo regista dal punto di vista della qualità di ripresa, spesso eccede in un fanservice prevedibile.

Dal IX e ultimo capitolo della saga ci attendiamo novità entusiasmanti per un degno capitolo finale, non certo sicure e timorose riproposizioni costanti.

Ecco cosa pensiamo del suo "Star Wars: episodio VII - Il risveglio della forza". Potete leggere la nostra recensione cliccando qui

Redazione: CineHunters

"IT", il lungometraggio tratto dal capolavoro di Stephen King, ha registrato cifre ragguardevoli nel suo primo week-end di uscita.

Sono 117 i milioni guadagnati dall'horror, che ha così infranto diversi record: "It" è l'esordio più visto nella prima settimana di settembre, l'uscita più remunerativa  autunnale di sempre, il più alto primo weekend di un film horror vietato ai minori di 18 anni, nonché il più grande esordio di un film horror di sempre.

"It" è costato "solamente" 35 milioni di dolari, cifra relativamente contenuta se consideriamo i budget dei grandi kolossal Hollywoodiani, e in un solo week-end ha già superato abbondantemente il budget di produzione. Dove potrà arrivare al termine della sua lunga corsa ai botteghini?

In Italia, l'arrivo di Pennywise è previsto per il prossimo 19 ottobre.

Redazione: CineHunters

Toccherà a Gavin O'Connor curare lo script e dirigere il sequel di "Suicide Squad". Ad O'Connor, la Warner Bros affida il compito di ripetere il successo al botteghino del precedente capitolo diretto da David Ayer, che ha incassato 745 milioni di dollari in tutto il mondo, e di migliorare la ricezione critica del prodotto finale.

Potete leggere la nostra recensione di "Suicide Squad" cliccando qui

Redazione: CineHunters

Lo sceneggiatore David Koepp, attualmente a lavoro sulla stesura del copione del quinto capitolo della saga di Indiana Jones, ha rilasciato interessanti dichiarazioni durante un'intervista per Entertainment Weekly. Koepp ha affermato che il copione per Indiana Jones 5 è in fase avanzata, ed è una sceneggiatura molto soddisfacente.

Il film è previsto per luglio del 2020, e la data fatidica per l'inizio delle riprese non è ancora stata stabilita. Koepp tiene a precisare che per stabilire l'inizio vero e proprio della lavorazione, dipenderà dalle volontà e dagli impegni di Steven Spielberg ed Harrison Ford, pronti a tornare ancora una volta nelle vesti di regista e attore protagonista. La notizia più significativa è che Shia Labeouf, che nel quarto capitolo interpretò il figlio di Indy, non sarà coinvolto nel progetto.

Vi potrebbero interessare i nostri articoli sulla saga di Indiana Jones, potete leggerli cliccando ai seguenti link:

Recensione e analisi: "Indiana Jones e i predatori dell'arca perduta - La prima avventura non si scorda mai"

Recensione e analisi: "Indiana Jones e il tempio maledetto - Un cult da riscoprire"

Recensione e analisi: "Indiana Jones e l'ultima crociata"

Recensione e analisi: "Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo"

Redazione: CineHunters

La rivista Entertainment Weekly ha pubblicato la prima foto ufficiale di Rami Malek nei panni di Freddie Mercury. Malek sarà infatti il leader dei Queen nel biopic "Bohemian Rhapsody" diretto da Bryan Singer.

Il film racconterà la storia dei Queen, dalla formazione del leggendario gruppo fino alla storica performance del 1985 al Live Aid. Il biopic, oltre a trattare l'aspetto biografico della vita di Freddie Mercury, darà molto risalto alla musica ineguagliata creata dai Queen durante il loro periodo d'oro.

La sceneggiatura è a cura di Anthony McCarten, e l'uscita del film è prevista per Natale del 2018.

Questa prima foto ufficiale fomenta la curiosità degli appassionati che non possono non scorgere una straordinaria somiglianza tra Malek e Mercury. Seppur Freddie sia assolutamente inimitabile, siamo certi che l'attore darà il suo meglio per dare nuova vita a una delle più grandi voci della storia della musica.

Redazione: CineHunters

Una notizia per certi versi inaspettata, che apprendiamo con i conseguenti interrogativi del caso. Colin Trevorrow, previsto da tempo come regista per il IX e per il momento ultimo capitolo della saga principale di Star Wars, non dirigerà più il film. E' l'unica notizia filtrata nelle ultime ore.

Non sappiamo i motivi che hanno portato all'allontanamento del regista, magari l'addio sarà stato consensuale, restano però gli interrogativi in merito a cosa abbia condotto a prendere questa decisione, sia pure di comune accordo.

Non è la prima volta che la Lucasfilm allontana un regista dal progetto di un film di Star Wars. Era già accaduto poco tempo fa con il licenziamento dei due registi posti alla direzione dello spin-off antologico su Han Solo, poi sostituiti da Ron Howard.

Il cambio di regia comporterà una riscrittura dell'ultimo copione? E adesso, chi avrà l'onore e l'onere di chiudere il cerchio di questa trilogia sequel?

Una decisione che la Disney e la Lucasfilm prenderanno con le dovute attenzioni, crediamo in brevissimo tempo, dato che la pellicola è prevista per maggio del 2019.

Vi potrebbero interessare i nostri articoli sugli ultimi film di Star Wars, potete leggerli cliccando ai seguenti link:

Recensione e analisi "Star Wars: Episodio VII - Il risveglio della forza"

Recensione e analisi "Rogue One: a Star Wars story - Una stellina torna a brillare nella galassia lontana lontana"

Redazione: CineHunters

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: