Vai al contenuto

La nuova stagione di "The Walking Dead" arriverà il prossimo 22 ottobre in USA, e il giorno seguente in Italia, in prima assoluta su Fox. Al Comic-Con di San Diego è stato rilasciato un lungo trailer di presentazione dalla durata di 5 minuti. La guerra tra Rick e Negan è oramai alle porte. Il trailer ha scatenato l'entusiasmo dei fan ma anche le curiosità in merito a ciò che avverrà nella prossima stagione, soprattutto per quel che riguarda una misteriosa scena vedibile sul finale del trailer.

Una sequenza che richiama gli albori del viaggio di Rick Grimes, quando tutto ebbe inizio...

Ecco il trailer:

La scena finale sembra destinata a scatenare le supposizioni dei fan, i quali già da tempo avevano elaborato la teoria che tutto ciò che stava avvenendo era frutto di un incubo di Rick, rimasto in verità in coma in ospedale. E' innegabile che tale scena sia stata opportunamente girata per fomentare l'attesa in merito all'arrivo di questa nuova, imperdibile stagione.

E voi cosa ne pensate?

Redazione: CineHunters

Il prossimo 27 ottobre, arriverà su Netflix, la seconda attesissima stagione di "Stranger Things". Al San Diego Comic-Con è stato rilasciato un ampio trailer di presentazione. I quattro protagonisti, in alcuni frangenti vestiti anche da Acchiappafantasmi, si troveranno ad affrontare una nuova minaccia, che sembra avere l'aspetto di un mostro tentacolare. Il sottosopra, la realtà parallela seguita ad incombere sul destino dei personaggi, e Undici, la piccola bambina dai poteri prodigiosi, scomparsa nel finale della prima stagione, si ripresenta verso la fine di questo emozionante trailer.

E' un inno alla cultura e alla generazione anni '80 quello che viene celebrato in questo nuovissimo trailer. L'atmosfera trasuda di elementi della cultura pop di quegli anni, e l'aspetto favolistico in questa seconda stagione sembra farsi leggermente da parte per lasciare emergere un più evocativo effetto orrorifico.

Ecco il trailer in lingua originale sottotitolato in italiano

Vi potrebbe interessare il nostro articolo su Ghostbusters - Il cult degli anni '80. Potete leggerlo cliccando qui

Redazione: CineHunters

Insieme alla presentazione di un poster meraviglioso, che richiama l'arte iperrealistica del pittore e disegnatore Alex Ross, è stato rilasciato, direttamente dal San Diego Comic-Con, il nuovo trailer di "Justice League".

La lega della giustizia è pronta ad entrare gloriosamente in scena. Batman, Wonder Woman, Flash Aquaman e Cyborg (in attesa di Superman e, in futuro, di Lanterna Verde) sfilano e fanno sfoggio dei loro straordinari poteri in questo nuovissimo trailer in lingua originale. Il trailer mostra le spettacolari sequenze d'azione senza rivelare nulla della trama.

Ecco il trailer:

"Justice League" verrà distribuito nelle sale statunitensi a partire dal 17 novembre 2017 mentre il giorno precedente in Italia.

Vi potrebbero interessare i nostri articoli:

Per leggere il nostro articolo sul film con Gal Gadot "Wonder Woman - Il credo di un'amazzone" cliccate qui

Per leggere il nostro articolo su "Batman V Superman - L'uomo contro il dio" cliccate qui

Redazione: CineHunters

E' una delle immagini più evocative tratte dal trailer di "Ready Player One", il nuovo film di fantascienza diretto da Steven Spielberg. Possiamo ammirare il Gigante di Ferro, protagonista del capolavoro d'animazione di Brad Bird, avanzare con titanica potenza verso di noi. Si tratta di uno dei molteplici rimandi alla cultura popolare e fantascientifica inseriti nel film che potremo gustare quando lo vedremo in sala.

"Player One" è il libro di Ernest Cline. Il titolo l titolo originale dell'opera - Ready Player One - rimanda alla classica schermata di avvio dei primi videogiochi anni '80.

La storia del libro è ambientata nel futuristico 2045, in cui si trova OASIS, un mondo virtuale ideato dal programmatore James Halliday a cui si può accedere per mezzo di un visore.

Alla morte di Halliday si scopre che ha lasciato in eredità il suo mondo virtuale alla prima persona che riuscirà a risolvere una serie di indovinelli e giochi di intelligenza disseminati nell'universo di OASIS.

Al San Diego Comic-Con è stato presentato il trailer del film di Steven Spielberg, il quale torna così al suo genere prediletto, la fantascienza. E cercherà di farlo in grande stile e impressionante potenza visiva e fantastica. L'uscita del film è prevista per il 2018.

Ecco il trailer del film:

Vi potrebbero interessare i nostri articoli:

Per leggere il nostro articolo "Cinema e Videogiochi - Specchio e riflesso dell'intrattenimento" cliccate qui

Per leggere il nostro articolo su "Jurassic Park - Quando i dinosauri dominavano la Terra" di Steven Spielberg cliccate qui

Per leggere il nostro articolo su "Hook - Capitan Uncino" di Steven Spielberg cliccate qui

Redazione: CineHunters

Al San Diego Comic-Con è stato presentato il nuovo trailer della quarta stagione di "Flash", la serie sul velocista scarlatto con protagonista Grant Gustin, prodotta dalla The CW. Quale sarà il destino del protagonista Barry Allen, a seguito dell'inaspettato finale della terza stagione?

Ecco il trailer in lingua originale (attenzione agli eventuali spoiler)

 

Per leggere il nostro articolo su "Flash - La serie classica" del 1990 con John Wesley Shipp cliccate qui

Redazione: CineHunters

Thor è imprigionato dall’altro lato dell’universo senza il suo potente martello e deve lottare contro il tempo per tornare ad Asgard e fermare il Ragnarok — la distruzione del suo mondo e la fine della civiltà asgardiana — per mano di una nuova e onnipotente minaccia, la spietata Hela. Ma prima dovrà sopravvivere a un letale scontro fra gladiatori che lo metterà contro il suo vecchio alleato e compagno nel team degli Avengers: l’Incredibile Hulk.

Thor: Ragnarok verrà distribuito il 25 ottobre 2017 in Italia e il 3 novembre 2017 negli Stati Uniti.

Ecco il nuovissimo trailer in italiano di "Thor: Ragnarok":

Redazione: CineHunters

Attenderei ancora pazientemente per qualche minuto. Aspetterei nella speranza di poterlo rivedere un’ultima volta, seduto comodamente su di una poltrona con un aspetto sinistro, quasi vampiresco, prossimo a voltarsi lentamente verso la camera e sussurrare con toni di voce inquietanti un flebile: “badate…”. Se avete amato il Bela Lugosi di “Ed Wood” non potete non rammentare questa celebre battuta proferita dal personaggio di Martin Landau. Era il 1994, per la regia di un Tim Burton in piena verve ispiratrice, Martin Landau ritraeva su di sé i lineamenti marcati di Bela Lugosi in un film girato appositamente con la pregevolezza univoca di un vecchio stampo, e con l’approccio stilistico, raffinato e compassato, di una produzione in bianco e nero.

Quella di Landau fu un’interpretazione straordinaria, coinvolgente e decisamente irresistibile. La maschera rugosa, piegata da una estenua sofferenza, di un attore oramai incamminatosi sul viale del tramonto e a maggior ragione oppresso dai ricordi di una gloria passata, viveva con fierezza sul volto di Landau. Ed egli conferiva valore espressivo, quasi tentava di proferire parola astratta e inascoltabile quando imprimeva volontà a una gestualità studiata delle mani, le stesse che con movimenti combinati richiamavano le arti ipnotiche del vampiro nato dalla penna di Bram Stoker.

Martin Landau lo interpretò così Bela Lugosi, come un attore che non riuscì mai a strapparsi di dosso il mantello ottenebrato del Conte. Seguitò per tutta la vita a indossarlo con malinconica fierezza, fornendoci un ritratto tragico ma al contempo adorabilmente grottesco di un’icona del cinema dell’orrore.

Nato a Brooklyn, il 20 giugno del 1928, Landau cominciò la sua carriera nella recitazione nel 1955 quando, insieme a duemila aspiranti, tentò le audizioni per entrare all’Actors studio. Solo due candidati riuscirono a superare le audizioni: lui e un giovane Steve McQueen. Da quel giorno iniziò il viaggio nel mondo della settima arte di Martin Landau. Una carriera che lo vede districarsi tra cinema, televisione e teatro. Una delle sue primissime interpretazioni sul piccolo schermo risale al 1958, quando comparve in un episodio della prima stagione della serie culto “Ai confini della realtà”. Nel 1959, dopo una parte in “38° parallelo: missione compiuta”, ottiene il ruolo di Leonard in uno dei capolavori di Alfred Hitchcock: “Intrigo internazionale”. Nel 1963 è nuovamente coinvolto in una produzione kolossal: “Cleopatra”, film per cui interpreta la parte di Rufio.

In televisione, nel corso dei decenni, sono molteplici le incisive e caratterizzanti prove dell’attore: a tal proposito, vogliamo ricordare un episodio della serie televisiva “Colombo” in cui Martin Landau interpreta due assassini. Due gemelli che mettono in seria difficoltà il geniale tenente, che in un avvincente episodio, dovrà faticare fino alla fine per capire chi dei due sia veramente coinvolto nell’omicidio. In televisione la sua apparizione più famosa resta però quella nel telefilm “Spazio 1999” serie tv di fantascienza a cui prese parte per 48 episodi interpretando il protagonista John Koenig. Landau continuerà sempre a lavorare con discreti ritmi, reciterà nel film di "X-Files", e si dedicherà anche al doppiaggio, tornando nuovamente a lavorare per Tim Burton in "Frankenweenie".

Martin Landau venne candidato per tre volte al premio Oscar: nel 1989 per “Tucker, un uomo e il suo sogno”, nel 1990 per “Crimini e misfatti” e nel 1995 quando lo vinse per “Ed Wood”.

Landau fu altresì un illustre maestro di recitazione. Vantava una maestosa presenza scenica e un'eccezionale mimica facciale.

Oggi, dopo il suo addio, rivedere le scene finali di “Ed Wood” in cui il suo sofferente Bela Lugosi si soffermava qualche istante, una volta fuoriuscito dalla sua dimora, a contemplare la bellezza e la grazia di un fiore sbocciato, risulta ancora più toccante. Dovremmo ricordarlo per sempre così, con quella sua calma e quella sua sensibilità artistica.

Autore: Emilio Giordano

Redazione: CineHunters

Vi potrebbero interessare i nostri articoli:

Per leggere il nostro articolo sulla serie tv "Il tenente Colombo" cliccate qui

Per leggere il nostro articolo sul Kolossal "Cleopatra" cliccate qui

Alcuni estratti video di "Ed Wood":

Vi potrebbero interessare:

E' stato rilasciato un nuovo trailer in lingua originale di "Blade Runner 2049", il sequel della pellicola cult di fantascienza "Blade Runner".

Protagonisti della pellicola sono Ryan Gosling, che interpreta il ruolo dell'agente K, e naturalmente Harrison Ford, che riprende il ruolo del cacciatore di replicanti Rick Deckard. La regia è di Denis Villeneuve.

"Blade Runner 2049" narra la storia dell'agente K, il quale dopo aver scoperto un importante segreto che potrebbe minare le sorti dell'intera società, gettandola irrimediabilmente nel caos, decide di mettersi alla ricerca di Rick Deckard, un ex blade runner scomparso da oltre trent'anni.

Ecco il trailer del film:

Il film verrà distribuito nelle sale cinematografiche statunitensi il 6 ottobre 2017, mentre in Italia sarà rilasciato il 5 ottobre dello stesso anno.

Redazione: CineHunters

Il manga e l'anime di Tsukasa Hōjō, "City Hunter", è uno dei prodotti giapponesi più amati in Francia. I francesi lo hanno, a tal proposito, ribatezzato negli anni '80 e '90 con un nuovo nome : "Nicky Larson". E si intitolerà proprio "Nicky Larson" il film francese in live action dedicato a "City Hunter".

Arriverà nel 2018 questo adattamento, e sarà diretto dal regista Philippe Lacheau, che lo ha annunciato con enfasi su Instagram. La sceneggiatura è già pronta ed è stata scritta dallo stesso Philippe Lacheau in collaborazione col fratello Peter Lacheau. Il regista promette di mantenersi fedele all'opera originaria, e di trasporre tutto lo spirito del manga, essendo lui stesso un fan di "City Hunter".

Abbiamo dedicato a "City Hunter" e alla storia di Ryo Saeba un pezzo ricco di immagini tratte dal manga originale, dalla serie, e realizzate dalla nostra artista. Per leggere il nostro articolo su "City Hunter" cliccate qui

Per leggere anche l'altro nostro articolo sul manga di Tsukasa Hōjō, "Occhi di gatto", cliccate qui

Redazione: CineHunters

Le ultime notizie trapelate in merito al Live-Action della Disney, riportavano una certa difficoltà nel trovare gli interpreti di Aladdin e Jasmine.

Dopo mesi di attesa, un casting di oltre duemila candidati, finalmente al Disney Expo 23 è stato rivelato il cast della versione live action di Aladdin. E' stato ufficialmente confermato nel ruolo che fu di Robin Williams, ovvero il Genio, Will Smith. La principessa indomita e coraggiosa Jasmine sarà, invece, interpretata dalla giovane Naomi Scott, mentre il ladruncolo dal cuore d'oro avrà il volto dall'attore Mena Massoud.

A dirigere il live action sarà il regista Guy Ritchie che tenterà di omaggiare il classico trasferendo all'adattamento in live action il medesimo spirito dell'originale. Il pubblico del web appare però preoccupato. Ciò è facilmente percepibile dai molti commenti che si sono letti in queste ore a seguito dell'annuncio del cast. Molti fan obiettano che questi live action intaccano il ricordo e la bellezza dei classici e che, per quanto buoni prodotti, non potranno reggere il paragone con l'emozione del cartone originale.

La Disney oramai ha inaugurato, con una certa sicurezza, il "progetto live-action" e intende proseguirlo, soprattutto visti i recenti incassi ottenuti da "Il libro della giungla" e "La bella e la bestia". Il "progetto live-action" per quanto poco originale porta incassi sicuri nonché straordinari, indipendentemente dalle preoccupazioni dei fan più accaniti. Questo basta per mettere in moto il processo di produzione!

Potrebbero interessarvi i nostri articoli:

Per leggere il nostro articolo sul classico "Aladdin - Un diamante allo stato grezzo" cliccate qui

Per leggere il nostro articolo su "La bella e la bestia" in live action cliccate qui

Redazione: CineHunters

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: