Vai al contenuto

Gli studi Amazon hanno firmato un contratto di assoluta rilevanza con la Tolkien Estate and Trust, la HarperCollins e la New Line Cinema per acquistare i diritti de "Il Signore degli Anelli", così da poter trasporre la mitologia fantasy di Tolkien in una serie televisiva.

La serie tv, secondo quanto appreso nel comunicato ufficiale emanato, riportera in scena il meraviglioso mondo nato dalla fantasia e dalla penna di J.R.R.Tolkien, e si concentrerà inizialmente sulla trasposizione di storie precedenti la formazione della Compagnia dell’Anello. Una scelta intelligente e ben ponderata dai produttori e dagli artisti di Amazon, i quali sono ben coscienti di quanto possa risultare scomodo un immediato paragone con la trilogia cinematografica capolavoro di Peter Jackson.

E' stata un'operazione costosissima, la cifra per ottenere i soli diritti dell'opera si  aggira intorno ai 200 milioni di dollari.

Con il compimento di un'operazione del genere, Amazon comincia a far sognare i fan delle opere di Tolkien, i quali bramano nuovi imponenti e spettacolari adattamenti delle storie meno conosciute, ma ugualmente avvincenti, del mondo di Arda e della Terra di mezzo.

Redazione: CineHunters

Lily Collins interpreterà la moglie dello scrittore J.R.R. Tolkien, autore dei capolavori "Il silmarillion", "Lo Hobbit" e "Il signore degli anelli", capisaldi della letteratura fantasy. Il biopic sarà basato sullo script curato da David Gleeson e Stephen Beresford, e ripercorrerà la vita dello scrittore, che avrà il volto di Nicholas Hoult, dagli anni in cui il giovane Tolkien conobbe l’amore in quella che poi diverrà la sua adorata moglie, e l’ispirazione artistica grazie ad un gruppo di studenti emarginati durante gli anni scolastici, all'alba dello scoppio della Prima Guerra Mondiale. Il lungometraggio sarà diretto dal regista finlandese Dome Karukoski.

Lily Collins si troverà ad interpretare una figura preminente nella vita dello scrittore, l'eterna compagna che lo ha ispirato nella concezione di personaggi femminili eterei e bellissimi come Lúthien Tinúviel e Arwen Undomiel. Lúthien e Arwen hanno vissuto amori imperituri ed eterni rispettivamente con Beren e il re Elessar Aragorn.

Il grande amore che Tolkien provò e visse con sua moglie fu fonte d'inesauribile ispirazione nella stesura delle storie riguardanti Beren e Lúthien ed Aragorn e Arwen .Lúthien e Arwen, entrambe elfo femmina, rinunciarono alla loro immortalità per poter vivere il loro amore con i mortali Beren e Aragorn.

Poter ricostruire la vita di uno dei più grandi scrittori della letteratura inglese, e ciò che ha portato alla scrittura dei suoi meravigliosi libri, è certamente un progetto molto affascinante che troverà riscontro nel cinema, che ha da tempo dimostrato di poter rendere onore e successo alle trasposizioni degli scritti di Tolkien.

"Il signore degli anelli" è stato trasposto in una trilogia senza eguali dal regista Peter Jackson che ha curato la realizzazione anche di una seconda trilogia dedicata a "Lo Hobbit". Questa volta, ancor prima delle sue opere, sarà la vita del creatore della Terra di mezzo a rivivere sul grande schermo.

Non possiamo che restare in attesa di ulteriori aggiornamenti in merito a questo progetto che desta già da adesso molta curiosità.

Redazione: CineHunters

Per i fan de "Il signore degli anelli" gli ultimi giorni di agosto saranno particolarmente infuocati come le fiamme imperiture del Monte Fato: uscirà infatti "La Terra di Mezzo - L'ombra della Guerra". Si tratta del sequel del fantastico "L'ombra di Mordor", un videogame che ha offerto un'esperienza di gioco senza precedenti, ambientato ad Arda nel meraviglioso mondo nato dalla penna di J.R.R. Tolkien.

Nel sequel torneremo a vestire i panni del ramingo Talion, legato allo spirito dell'elfo Celebrimbor, il fabbro d'impareggiabile talento che, ingannato da Sauron l'oscuro Signore, forgiò gli anelli del potere.  "L'ombra di Mordor" ha offerto un'esperienza di gioco, come scrivevo precedentemente, davvero innovativa, permettendo ai giocatori di sconfiggere i comandanti più spietati di Orchi e di soggiogare, grazie ai poteri di Celebrimbor, altri nemici fino a formare un vero e proprio esercito per irrompere nella fortezza di Mordor.

"L'ombra della guerra" si presenta, sin da subito, come un videogioco che amplierà ciò che abbiamo già potuto vedere nel precedente capitolo.

Di seguito il trailer ufficiale del gameplay

Redazione: CineHunters

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: